Home / Serie TV & Film / Dardevil – Recensione (1° Stagione)

Dardevil – Recensione (1° Stagione)

Salve a tutti, oggi vi voglio parlare di Dardevil, è la prima di una partita di serie che Netflix sta creando attraverso il suo accordo con la Marvel.

Daredevil di Netflix ha luogo nello stesso universo di tutti i film Marvel degli ultimi anni . Infatti, poco dopo il film si verifica The Avengers , dopo l’invasione aliena e tutta la distruzione che lascerà la battaglia di New York City. Se non avete visto il film andatevelo a vedere e smettetela di sprecare la vostra vita. Per favore.

La serie è piena di riferimenti ad altri fumetti Marvel , alcuni così sottile che solo i seguaci di cartoni animati sono in grado di rilevare, a meno che non si va su Reddit. Dopo Daredevil Netflix-Marvel continuerà con la serie di Luke Cage, Iron Fist e Jessica Jones . Una volta che saranno fatte tutte le serie, ci sarà una mini-serie chiamata “The Defenders”. Ciò significa che Daredevil vedrà caratteri che possono essere in altre serie e tutte le produzioni avranno una certa continuità e rapporto.

Netflix in Dardevil ci mostra un Matt Murdock tutto umano,  un ragazzo che perse la vista quando era 9 dopo un camion pieno di sostanze chimiche si è schiantato e versato il suo contenuto in tutto il suo corpo, specialmente nei suoi occhi, e questo lo ha lasciato cieco facendogli sviluppare gli altri sensi.

Matt Murdock ha ereditato da suo padre, un pugile, la resistenza ai danni che gli fanno sopportare le botte e percosse come se fosse un sacco di rocce . I combattimenti di questa serie sono coreografati magistralmente , e fornisce qualcosa che non è ampiamente visto in televisione o il cinema: un eroe stanco, battuto, e con la faccia a terra più di una dozzina di volte.

 

Charlie Cox non è il miglior attore nel mondo, né vedrà vincere un Emmy per la sua interpretazione di Matt Murdock. Ma, lui fa un buon lavoro e Daredevil è completamente credibile. Il resto del cast gioca il suo ruolo, ma nessuno è troppo memorabile, ad eccezione di Vincent D’Onofrio , che interpreta Wilson Fisk , il nostro cattivo.

Fisk è un cattivo complesso , un ragazzo piuttosto disturbato che sembra sul punto di esplodere la maggior parte del tempo, ma fa uno sforzo quasi sovrumano per mantenere la calma, inoltre è possibile vedere il volto e sentire la voce di D’Onofrio come rabbia dentro di lui. Anche se la maggior parte del tempo , si lavora con il linguaggio ampolloso, e si vede ciò che un megalomane con manie di grandezza, a volte la storia cerca di umanizzarlo e si prova quasi della simpatia anche per lui.

Daredevil almeno per me, ha dato molto più di quanto ha promesso. Sebbene i dialoghi non siano al 100% favolosi, i personaggi hanno un buon grado di complessità, e l’uso di flashback per raccontare po’ il passato dei due punti centrali della storia, contribuiscono molto alla trama, e ci fanno capire come sono potuti arrivare dove sono adesso.

Voto 9/10

Se siete felici di questa news, fatecelo sapere con un commento e ricordatevi di iscrivervi al gruppo Facebook “AniMa Nerd Family – Palermo” , mettere mi piace alle nostra pagina fb e iscrivetevi al nostro canale Telegram

 

Di Rider

Controllate anche

Il caso di O.J. Simpson: American Crime Story – Recensione

Salve a tutti, oggi vi voglio portare la recensione di una serie tv che mi …